La merce [Il Capitale, 1867; K. Marx]

Il primo libro de Il Capitale venne pubblicato nel 1867 da Marx. Nonostante siano trascorsi centocinquanta anni, l’opera si rivela un utile spunto per comprendere le condizioni storiche e i fattori socio-economici che regolano la produzione, riproduzione, circolazione e distribuzione delle merci. Il capitolo I (La Merce), della sezione Merce e denaro, apre l’imponente saggio. Iniziando subito con il definire cosa sia la merce, Marx scrive: “La merce è in primo luogo un oggetto esterno, una cosa che mediante le sue qualità soddisfa bisogni umani di un qualsiasi tipo (…) Ogni cosa utile, come il ferro, la carta, ecc., dev’essere considerata da un duplice punto di vista, secondo la qualità e secondo la quantità”.

E’ dunque necessario distinguere il valore d’uso di una merce, la sua utilità, dal valore di scambio, che “si presenta in un primo momento come il rapporto quantitativo, la proporzione nella quale valori d’uso d’un tipo sono scambiati con valori d’uso di altro tipo; tale rapporto cambia continuamente coi tempi e coi luoghi. Perciò si presenta come qualcosa di casuale e puramente relativo...” Ogni merce, potendo esser scambiata in diverse proporzioni con altre merci, ha molteplici valori di scambio, che costituisce il modo d’espressione” di un “contenuto distinguibile da esso”. In ogni merce è oggettivato lavoro umano astratto compiuto in una determinata quantità di tempo. E a questo si riduce il valore di una merce: “Dunque un valore d’uso o bene ha valore soltanto perchè in esso viene oggettivato, o materializzato, lavoro astrattamente umano. E come misurare ora la grandezza del suo valore? Mediante la quantità della sostanza valorificante, cioè del lavoro in essa contenuta. La quantità del lavoro a sua volta si misura con la sua durata temporale…”

Tuttavia, non tutte le merci hanno necessariamente valore, pur essendo valore d’uso. Questo accade per gli oggetti reperibili in natura che per la loro utilizzazione non necessitano di lavoro umano. Dunque è necessario che l’uomo produca non solo “valore d’uso, ma valore d’uso per altri, valore d’uso sociale”. Inoltre, essa per avere valore deve essere utile; se non lo è, anche il lavoro speso è a propria volta inutile.

Marx prosegue poi la sua discussione evidenziando il rapporto fra lavoro umano, tramite cui la natura viene mutata. In ogni merce, rimane infatti un “substrato materiale, che è dato per natura”. Ma ogni merce, in cui si oggettiva lavoro umano, è prodotto di più lavori qualitativamente differenti. Si prendano due attività differenti, sartoria e tessitura. L’una conduce alla produzione di un abito, l’altra di tela. Nonostante la loro differenza, in entrambi i prodotti è rappresentata la sostanza del valore dell’abito e del valore della tela solamente in quanto si astrae dalla loro qualità particolare e in quanto entrambi posseggono la stessa qualità, la qualità d’essere lavoro umano”. Ora, Marx giunge all’enunciazione di un postulato, che definisce i rapporti fra forze produttive, quantità di tempo e conseguente creazione di valore d’uso. Secondo l’economista tedesco “ lavoro identico rende sempre, in spazi di tempo identici, grandezza identica di valore, qualunque possa essere la variazione della forza produttiva. Ma esso fornisce nello stesso periodo di tempo quantità differenti di valori d’uso. In più quando la forza produttiva cresce, in meno quando cala”.

Per oggi termino qui il post. Come si può notare sono pagine estremamente dense di concetti, ragion per cui tentarne un’esposizione più lunga risulterebbe pesante. Tuttavia questi concetti sono fondamentali per la comprensione delle seguenti pagine dell’opera, altrettanto dense e affascinanti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...